I “ranchos”, sfilate a ritmo di musica: il carnevale brasiliano prende forma

Così come i cortei, i ranchos erano aggregazioni carnevalesche modeste, formate da persone umili. Fecero la loro prima apparizione nel carnevale di Rio de Janeiro nel 1873. I ranchos già esistevano nella città carioca anteriormente a questa data per un’influenza essenzialmente religiosa.

I membri dei ranchos sfilavano durante le festività natalizie il 6 di gennaio, durante la commemorazione dell’Epifania, vestiti come i pastori e le pastorelle che all’epoca popolavano la città di Betlemme. Il gruppo percorreva le strade della città cantando e chiedendo ospitalità nelle case delle famiglie.

Siccome ciascun gruppo desiderava avere musiche e parole proprie, i ranchos finirono per dare origine a un genere musicale cadenzato, con grande ricchezza melodica: la marcha-rancho.

Con l’evoluzione delle scuole di samba, intorno agli anni ’20, i ranchos ebbero un declino, lasciando però in eredità ai posteri le figure del Maestro di Sala (Mestre-Sala), della Portabandiera (porta-estandarte) e delle pastorelle riccamente vestite.