Il carnevale brasiliano

I balli in maschera

Il carnevale delle classi medio-alte del Brasile di metà ‘800

Il primo ballo in maschera di cui si ha notizia in Brasile fu organizzato nell’Hotel Italia.

(largo do Rócio, Rio de Janeiro) nel 1840 su iniziativa degli stessi proprietari italiani, presi dall’entusiasmo per il successo dei grandi balli in maschera in Europa.

La ripercussione fu talmente grande che molti altri ne seguirono evidenziando, anche attraverso il carnevale, le differenze sociali che caratterizzavano la società brasiliana: da un lato la festa in strada per il popolo, dall’altro il carnevale nei saloni da ballo, che incontrava il gradimento soprattutto della classe media che in quegli anni stava emergendo in Brasile.

Dai saloni, i balli si trasferirono ai teatri, animati principalmente dal ritmo della polka, il primo genere a essere adottato come musica per il carnevale in Brasile, e in seguito arricchito dai ritmi della quadriglia, del valzer, del tango del cake-walk, del charleston e del maxixe (anche noto come tango brasiliano). Al tempo questi ritmi erano eseguiti unicamente in versione strumentale, solo verso il 1880 i balli iniziarono a comprendere anche versioni cantate da un coro.

Nel 1907 fu organizzato il primo ballo infantile, dando inizio alle famose matinées. Le novità non finiscono lì e le varianti si moltiplicano, come le feste nella case di famiglia, i balli all’aria aperta, i balli infantili e persino i balli nel circo.

Nel 1909 ha luogo il primo concorso, per premiare la donna più bella, il costume più originale e la danza migliore. I premi erano gioielli di valore e solamente gli uomini avevano diritto di voto.

Dunque, il carnevale cresceva di anno in anno, divenendo parte integrante dell’identità culturale del Brasile, mentre in Europa già se ne percepiva la decadenza.

Nello stesso periodo, la classe media si preparava a invadere le strade con un’altra novità europea: le sfilate di carri allegorici. Pioniere dell’idea fu il romanziere José de Alencar, uno dei fondatori di una Associazione denominata Sumidades Carnavalescas.

Le società (Sociedades), con le quali il carnevale brasiliano inizia ad assumere una struttura più organizzata, sono all’origine della nascita delle odierne scuole di samba.