festa junina

Ospiti della manifestazione San Salvario ha un Cuore Verde, quest’anno faremo le cose in grande stile! Sabato 11/06/2016 dalle 10 alle 19, in corso Marconi. Una giornata intera per stare insieme e divertirci, conoscere meglio le attività dell’associazione e chi ci lavora con passione. Abbiamo pensato proprio a tutto:


MA COS’È LA FESTA JUNINA? Le sue origini risalgono alla cultura europea del Medioevo e, nello specifico, alle feste dei santi popolari celebrate in Portogallo: Santo Antônio, São João e São Pedro. Il nome iniziale era festa “joanina”, da São João, poi divenne “junina” perché si svolge nel mese di giugno. Furono quindi i colonizzatori portoghesi a diffondere in Brasile questo tipo di tradizione, portando con sé l’abbigliamento contadino, la musica e gli strumenti folclorici. Gli elementi decorativi della festa hanno la stessa origine, eredità dell’epoca delle navigazioni e delle grandi scoperte. Dalla Cina, ad esempio, provengono i fuochi artificio, gli ornamenti e le lanterne di carta. Con il passare del tempo, tutte queste componenti culturali si sono mescolate e incorporate ai costumi delle popolazioni indigene e afro-brasiliane, nonché alle tradizioni portate dalle comunità di immigrati europei che iniziarono ad arrivare in Brasile intorno alla metà del XIX secolo.

Benché sia tipica di tutto il paese, la Festa Junina trova la sua massima espressione nelle regioni di Nordest. Sono zone aride, spesso colpite dalla siccità, e gli abitanti ricorrono ai festeggiamenti per omaggiare i tre santi e ringraziarli per le rare piogge che mantengono viva l’agricoltura. E siccome giugno è il mese in cui si raccoglie il mais, molte ricette tipiche lo utilizzano come ingrediente principale. Pamonha, cural de milho verde, milho cozido, canjica, cuscuz, pipoca, bolo de milho, per citare alcuni esempi. Ma il menu junino prevede anche: arroz doce, bolo de amendoim, bolo de pinhão, broa de fubá, cocada, pé-de-moleque, quentão, vinho quente, batata doce…

Che altro non può mancare in una Festa Junina che si rispetti?

  • i costumi che richiamano l’abbigliamento degli antichi contadini
  • il falò, tradizione europea di origine pagana utilizzata per celebrare il solstizio d’estate
  • le file di bandierine che si perdono a vista d’occhio per decorare l’ambiente
  • i banchetti con i giochi per far divertire i partecipanti
  • la danza della quadriglia e gli strumenti musicali tipici: violão, viola, triângulo, sanfona, zabumba, pandeiro e cavaquinho